Associazione Strutture Extralberghiere-favorevole alla raccolta dell'imposta di soggiorno di Airbnb

Aggiornamento: 28 gen


A partire da quest’anno Airbnb attiverà la raccolta digitale dell’imposta di soggiorno in tutta Italia, occupandosi direttamente del versamento per le locazioni brevi ai Comuni che ne faranno richiesta. L’imposta di soggiorno è una risorsa fondamentale per i comuni. Si tratta di un’imposta di scopo e dovrebbe essere utilizzata per il settore turistico. Nel 2019 il gettito per i comuni italiani è stato di 604 milioni di euro (elaborazione Fondazione IFEL ANCI per la Finanza Locale su dati Siope e BDAP). A Marsala il gettito del 2019 è stato di oltre 200.000€.

Fabio Alba (Presidente Ass. Strutture Extralberghiere e Locazioni Turistiche) dichiara: “Abbiamo interpellato i nostri associati, accogliamo positivamente questa iniziativa intrapresa da Airbnb, chiederemo ufficialmente al Comune di Marsala di aderire. Questo ci consentirà di snellire la burocrazia e la gestione del check-in per gli ospiti. Il Comune avrà invece il vantaggio di incassare, da un unico interlocutore, tutta l’imposta di soggiorno generata dalle prenotazioni effettuate su Airbnb (a Marsala ci sono oltre 300 alloggi registrati sul portale del colosso americano degli affitti brevi). Auspichiamo che il Comune di Marsala renda pubblico l’incasso annuale dell’imposta di soggiorno e che le associazioni di categoria possano contribuire alle scelte su come utilizzare tali somme per la promozione del territorio e per migliorare la qualità dell'offerta turistica".

Antonio Decaro (Presidente dell’Ass. Nazionale dei Comuni Italiani) dichiara: “L’emergenza sanitaria impone un’attenta riflessione relativa al comparto del turismo, che ha subito una crisi devastante e che necessita adesso di politiche mirate per il rilancio e la ripartenza. Esprimiamo soddisfazione per l’iniziativa di Airbnb, che risponde alla necessità di semplificare la riscossione dell’imposta di soggiorno e snellire l’iter burocratico attraverso gli strumenti di pagamento digitali”.


Airbnb e ANCI hanno siglato una collaborazione per raggiungere e informare gli oltre 1.100 enti locali (tra comuni, unioni di comuni e province autonome) che hanno finora istituito l’imposta. Lo ha annunciato Chris Lehane, Senior Vice President of Global Policy and Communications di Airbnb, in occasione dell’Assemblea annuale 2021 di ANCI a Parma.

Cosa farà il Comune di Marsala? Sarà favorevole a digitalizzare e snellire la gestione dell’imposta di soggiorno generata dalle prenotazioni su Airbnb?